DHEAUSA.COM

  DHEAusa.com en Français                                                           
Français         English         Español       Português       Deutsch         Italiano

DHEAUSA.COM

  DHEAusa.com en Français                                                           
Français         English         Español       Português       Deutsch         Italiano

   DHEAUSA.COM

     DHEAusa.com en Français                                       
   Français     English     Español   Português   Deutsch    Italiano

Cancro e DHEA

È stato dimostrato che il DHEA migliora il sistema immunitario e ha significativi effetti anti-cancro e anti-tumorali.

Il DHEA deve le sue proprietà anti-cancro benefiche alla sua capacità di inibire un enzima chiamato glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD). Anche le proprietà cardioprotettive del DHEA sono in parte legate a questa capacità.

Cancro cervicale
La ricerca preliminare indica che l’uso del DHEA per via intravaginale è sicuro e promuove la regressione del danno cervicale minore. Tuttavia, i pazienti non dovrebbero sostituire il DHEA con terapie più consolidate e dovrebbero consultare un medico prima di prendere in considerazione questo metodo.

Studi clinici

  • In uno studio a lungo termine su 5.000 donne, è stato scoperto che i livelli di DHEA sono diminuiti drasticamente fino a nove anni prima che si sviluppasse il cancro al seno. Il più alto fattore di rischio per questo cancro erano bassi livelli di DHEA. DHEA ha dimostrato di rafforzare il sistema immunitario, prevenire il cancro e prolungare la vita negli animali da laboratorio.

  • In un altro studio, nove uomini anziani sani con un’età media di 64 anni hanno assunto 50 mg di DHEA la sera per 20 settimane. Questo trattamento ha aumentato significativamente il numero di cellule T (killer). Sono i linfociti che sono coinvolti nel trovare e distruggere non solo i virus, ma anche le cellule anormali che stanno per diventare cancerose. Sebbene il numero di cellule T non fosse influenzato, la loro attività era aumentata (come misurato da una maggiore risposta proliferativa alla fitoemoagglutinina, una sostanza chimica che normalmente stimola le cellule T). Anche l’attività delle cellule B era aumentata.

  • In uno studio condotto su topi e ratti, è stato dimostrato che il DHEA inibisce lo sviluppo di tumori sperimentali nel fegato, torace, polmone, colon, tessuti linfatici dell’epidermide, nonché altre parti del corpo. Tra le ratte gravide a cui è stato impiantato un cancerogeno, il 96% ha sviluppato tumori alla mammella.

  • Topi che hanno ricevuto lo stesso cancerogeno ma hanno ricevuto una dose di DHEA, solo il 35% ha sviluppato tumori alla mammella. Il ricercatore giapponese Dr. Inano ha concluso: “Questa scoperta suggerisce che il DHEA ha un potenziale preventivo contro la fase di promozione / progressione dei tumori al seno indotti dalle radiazioni”.

  • Il DHEA riduce l’enzima cancerogeno Glucose-6-Phosphate Dehyrogenase (G6PD). Le donne britanniche che avevano il 10% in meno di DHEA rispetto al normale per la loro fascia di età hanno sviluppato il cancro al seno e sono morte a causa di esso, come previsto 9 anni prima in un esame del sangue. basso contenuto di DHEA presente nelle urine. DHEA protegge contro i tumori cancerosi causati da uretano e dimetilbenz-antracene 1 e 2, contro il cancro della pelle (alla dose di 100 mg di DHEA al giorno), blocca i tumori del colon nei topi esposti al cancerogeno dimetilidrazina 1 e 2, previene il cancro alla prostata e il cancro ai testicoli nei roditori.

  • Uno studio ha rilevato che i soggetti con cellule T leucemiche (ATL) avevano livelli di DHEA significativamente più bassi rispetto alle persone sane medie. Ciò ha portato i medici a credere che il DHEA possa essere di beneficio nel trattamento di questa forma di leucemia.

  • Altri studi sul cancro dimostrano che il DHEA inibisce l’assorbimento della timidina da parte delle cellule, necessaria per la propagazione cellulare, e interrompe l’effetto ossidativo delle sostanze chimiche cancerogene. Gli scienziati osservano che il DHEA non funziona come antiossidante, ma come moderatore degli effetti delle sostanze chimiche cancerogene sulle cellule.

  • Uno studio clinico su 127 soggetti con cancro avanzato, a cui sono stati somministrati 40 mg di DHEA al giorno, ha dimostrato che, sebbene non vi fosse una regressione significativa del cancro, 2 soggetti con cancro del rene, ha stabilizzato la loro condizione e ha tollerato la terapia con DHEA per 2,5 anni senza effetti collaterali. Quindi, secondo i dottori Regelson e Kalimi, il DHEA potrebbe essere il nostro miglior agente per bloccare la crescita dei tumori legati allo stress.